UNICORNI E COSPLAYER

L’Unicorno è un animale mitologico, molto simile ad un cavallo bianco, ma con un unico lungo corno avvolto a spirale sulla fronte, barbetta caprina, coda da leone e zoccoli bipartiti. Simbolo di saggezza, citato e raffigurato in testi medievali, all’improvviso è scomparso lasciando il mistero su una sua reale esistenza e successiva estinzione oppure sulla sua pura invenzione fantastica. Creatura magica e dai numerosi poteri racchiusi nel corno ( primo fra tutti quello di neutralizzare i veleni) oggi rappresenta il desiderio di rifugiarsi in un mondo fantastico, il bisogno di trascendere una realtà banalotta e di costruirsi uno spazio meraviglioso …

L’IRRESISTIBILE FASCINO TRANSGENDER DI LADY OSCAR

14 luglio, caldo da morire e un anniversario importante, una di quelle date (insieme alla scoperta dell’America, la morte di Napoleone e poche altre) che a scuola ti fanno imprimere nel cervello per il resto dei tuoi giorni: la presa della Bastiglia, il culmine della Rivoluzione Francese, il popolo che si ribella all’assolutismo monarchico a cui era soggetto da secoli e secoli. Per noi trenta-e-qualcosa però è anche l’anniversario della morte di una delle nostre più amate e ambigue eroine: Lady Oscar, protagonista del celeberrimo manga giapponese Versailles No Bara, di Riyoko Ikeda, nonché del cartone animato che ci ha …

150 ANNI DI MERAVIGLIE

Nel 1862 una bambina di nome Alice Liddel chiese a Charles Lutwidge Dogson (pseudonimo: Lewis Carroll), matematico e fotografo, di raccontarle una storia. “Alice nel paese delle meraviglie” di Lewis Carroll, uscito nel 1865, compie 150 anni. Dal momento della pubblicazione, il libro non ha mai smesso di essere amato dai bambini e dagli adulti di tutto il mondo, tra ristampe, musical e trasposizioni cinematografiche (l’ultima in ordine di tempo è quella diretta da Tim Burton, non memorabile in quanto ad interpretazione e sceneggiatura, ma impreziosita dagli splendidi costumi di Coleen Atwood) Per celebrare la ricorrenza, la Royal Mail britannica …

CENERENTOLA FOREVER

Le Disney addicted più romantiche attenderanno con ansia il nuovo film dedicato al classico dei classici delle fiabe: Cenerentola. Dopo il successo clamoroso della versione film de “La Bella Addormentata nel Bosco” vista dalla parte della “cattiva” Malefica, interpretata da un’iconica Angelina Jolie, il film di quest’anno sembra invece una trasposizione fedele del cartone animato targato sempre Disney e datato 1950. Il cast merita un occhio di riguardo: la fata madrina è un’eterea Helena Bonham Carter mentre la matrigna insensibile è un’algida Cate Blanchett. I costumi sembrano magnifici ( del resto sono affidati alle sapienti mani di Sandy Powell, premio …

INCUBI DA SPOSA

Il momento più magico tra i preparativi del matrimonio, anche per quelle che non ci avrebbero mai scommesso, è quello della scelta dell’abito da sposa. La sposa, è inutile negarlo e non ce ne vogliano gli uomini, è la protagonista della scena, mentre lo sposo è poco più che una comparsa. Se si distingue, di solito, è in negativo (perché farfuglia sull’altare o inciampa nello strascico) quindi è meglio che non si noti. Prendiamo qualche esempio storico: chi ricorda come era vestito Ranieri di Monaco il giorno del matrimonio con Grace Kelly? Boh probabilmente in uniforme…mentre l’abito di lei è …

BOLDINI E LE SUE ELEGANTI SIGNORE BELLE EPOQUE

Domenica pomeriggio, affrontiamo il vento gelido per vedere la mostra di Giovanni Boldini “Boldini, lo spettacolo della modernità” ai Musei San Domenico di Forlì. Non sono una grandissima fan del pittore ferrarese, ma indubbiamente aveva un’abilità particolare nel far risplendere le sue signore tra guizzi di colore e abiti fluttuanti. Non è difficile capire come mai fosse diventato, in vita, pittore apprezzatissimo e alla moda e che le suddette signore dell’alta borghesia e nobiltà facessero la fila per posare per lui. Che, diciamolo, ci metteva del suo…possibile fossero tutte magre, sinuose (con il classico profilo a “S” ottenuto con i …

TIM BURTON E COLEEN ATWOOD

I film di Tim Burton sono facilmente riconoscibili per le atmosfere dark, la malinconia romantica e i costumi iconici creati dalla costumista Coleen Atwood, artefice del look di molti personaggi. Nel 2011 la collaborazione è stata premiata con un Oscar per “Alice in Wonderland”, dove oltre al coloratissimo cappellaio matto impersonato da Johnny Depp rimangono indimenticabili i costumi della Regina Bianca (Anne Hathaway) e della Regina di Cuori, una Helena Bonham Carter dalla testa enorme. Ma il sodalizio con Burton ha portato alla creazione di personaggi come Edward Mani di Forbice (goffo e impacciato in una tuta di pelle con …

I VESTITI DEI SOGNI

Ancora una volta parliamo di mostre e costumi! A Roma, nella cornice di Palazzo Braschi (Museo di Roma), una mostra dedicata alla produzione artigianale italiana dei costumi per il cinema. Protagonisti i Premi Oscar Piero Tosi, Danilo Donati, Milena Canonero e Gabriella Pescucci. Un percorso lungo quanto la storia del cinema, dalle dive del muto fino a La grande bellezza, vincitore dell’oscar lo scorso anno grazie anche al personaggio di Jep Gambardella, interpretato da Tony Servillo, e dal suo look da dandy. Possiamo incontrare una vecchia conoscenza, Lyda Borelli (ricordate quando siamo andate a vistare la casa di riposo bolognese …

UNA VITA CON BARBIE

Non starò qui ad analizzare l’impatto sociologico della più influente bambola del pianeta, quello è sotto gli occhi di tutti, ma vorrei raccontarvi la mia personale ossessione. Nei lontani e magnifici anni ’80 il mio sogno proibito era la Barbie Luce di Stelle. Non so bene perché i miei genitori non me l’abbiano mai comprata, me ne hanno comprate tante altre, ma quella no, nonostante le mie richieste. La invidiavo segretamente alle amiche e tenevo come reliquie le pubblicità sui giornaletti che la rappresentavano, col suo bustino a cuore e le stelle fosforescenti sulla gonna. Poi è arrivata mia sorella, …

BELLISSIMA!

Clima prenatalizio, quasi vacanza..cosa c’è di meglio che andare per mostre fashion? Un’ottima occasione per visitare la nostra capitale, che nel periodo natalizio è incantevole come non mai, è la mostra “Bellissima. L’Italia dell’alta moda 1945-1968″, al Maxxi (Museo Nazionale delle arti del XXI secolo) di Roma fino al 3 maggio 2015. Non si tratta di una mostra antologica con velleità di ricostruzione della storia della moda, ma di una ricerca sull’atmosfera irripetibile di quegli anni, della Roma di Cinecittà, delle invenzioni per le attrici della Hollywood sul Tevere, della sofisticata ricerca formale frutto delle collaborazioni fra sarti e artisti. …