LA MORTE TI FA BELLA…AL MET DI NEW YORK

Death Becomes Her (La Morte ti fa bella, come il titolo di uno spiritoso film degli anni Novanta con Meryl Streep e Goldie Hawn) è il curioso titolo della mostra allestita nel padiglione ‘Anna Wintour’ al Metropolitan Museum di New York, per celebrare l’evoluzione dell’abito funerario dal 1815 al 1915, nonche’ il modo di vivere il lutto da parte della donna. Trenta abiti, molti dei quali esposti per la prima volta, che mostrano quanto i canoni dell’alta moda abbiano influito sulle esigenze sartoriali durante il periodo di lutto. Perché vestirsi a lutto, non doveva necessariamente equivalere a vestirsi in maniera …

DANCE & FASHION

Curiosiamo di qua e di là dell’oceano alla ricerca delle migliori mostre di costumi e storia della moda..eccoci al FIT, Fashion Institute Technology di New York, che nel suo museo propone fino al 3 gennaio 2015 una mostra di costumi creati per i grandi nomi della danza dai grandi nomi della moda. L’allestimento comprende quasi cento tra veri e propri costumi per la danza e abiti d’alta moda ispirati al mondo della danza, a partire dal diciannovesimo secolo fino ad oggi, molti dei quali non sono mai stati esibiti prima. Tradizionalmente, i costumi per la danza erano creati dagli stessi …

LA TRAVIATA

La Traviata è un’opera in tre atti di Giuseppe Verdi su libretto di Francesco Maria Piave, tratto dalla pièce teatrale di Alexandre Dumas (figlio): La signora delle Camelie. La prima scena mostra un elegante salone della casa parigina di Violetta Valery, dove lei, donna di mondo, attende gli invitati. Le viene presentato anche Alfredo Germont, un suo grande ammiratore. Dopo un brindisi (il famoso Libiamo nei lieti calici “), Violetta invita gli ospiti a recarsi nella sala accanto. Uscendo, però, si sente male e Alfredo si trattiene ad aspettarla, rimproverandola per aver trascurato la sua salute e poi improvvisamente confessa …

75 ANNI DI (VIA COL) VENTO

Il kolossal hollywoodiano Via col Vento, vincitore di otto premi Oscar, festeggia il suo settantacinquesimo anniversario con una mostra presso l’Harry Ransom Center dell’università di Austin, Texas: The making of Gone with the Wind, fino al 4 gennaio 2015. Ci sono oltre trecento cimeli, bozzetti, lettere degli ammiratori, locandine, make up utilizzati sul set, fotografie scattate sul set e appunti di regia. Non possono ovviamente mancare i costumi di scena, tra i più opulenti e iconici della storia del cinema: chi può dimenticare il vestito verde che Rossella si realizza con le tende di casa, o quello bianco a fiorellini …

TACCHI ASSASSINI – KILLER HEELS

Una mostra per le irriducibili del tacco alto, che volteggiano sull’asfalto cittadino evitando buche e pozzanghere come Carrie Bradshaw nella Manhattan di Sex and the City, ma anche per quelle che si sono sempre chieste con ammirazione come cavolo si fa. Killer Heels: The Art of the High-Heeled Shoe, tacchi assassini: l’arte delle scarpe con il tacco alto, è uno spettacolare allestimento con più di 150 paia di scarpe, visibile al Brooklyn Museum di New York fino a febbraio 2015. La mostra ripercorre la storia della calzatura dal 1500: si potranno osservare anche scarpe della metà del XVII secolo, pianelle …

THE BIRD OF PARADISE SI TROVA AD ANVERSA

Le vacanze sono terminate da meno di un mese ma sembra passato un anno…ecco la nostra tappa Fashiontheater delle ferie in Belgio, tra cioccolato e birrette (poco fashion, lo so), alla scoperta di Anversa, capitale fashion delle Fiandre. Al MoMu, Mode Museum Antwerp, abbiamo visitato la mostra The Bird of Paradise, una celebrazione dell’uso delle piume nella moda a partire dalla Belle Epoque fino ad oggi.   Utilizzate per decorare boa e cappellini, ombrelli e scarpe, di fagiano, struzzo, oca o marabù, non potevano mancare nel guardaroba della femme fatale, come quelle del soprabito, passato alla storia, di Marlene Dietrich …

SUOR ANGELICA (3/3 DI TRILOGIA)

Suor Angelica è un’opera lirica in un atto di Giacomo Puccini, su libretto di Giovacchino Forzano. Fa parte del Trittico con Il Tabarro e Gianni Schicchi. L’ambientazione è un monastero nei dintorni di Siena, sulla fine del XVII secolo. Suor Angelica, di famiglia aristocratica, aveva forzatamente abbracciato la vita monastica per scontare un peccato amoroso. Il bambino, nato dalla sua relazione clandestina, le era stato strappato a forza subito dopo la nascita e lei non ne aveva mai più saputo più nulla. Un giorno però nel parlatorio del monastero Angelica si presenta a colloquio la zia principessa. Ma la vecchia …

IL TABARRO (2/3 DI TRILOGIA)

Il tabarro è un’opera in un atto di Giacomo Puccini, su libretto di Giuseppe Adami.Fa parte del Trittico, insieme a “Gianni Schicchi” e “Suor Angelica”. Michele è il padrone di un barcone che solca la Senna e marito di Giorgetta, una parigina molto più giovane di lui. Da qualche tempo sospetta che la moglie, sempre più insofferente e scontrosa, lo tradisca con un altro uomo. Il sospetto è fondato: Giorgetta è innamorata di Luigi, un giovane scaricatore che ogni sera, richiamato dal tenue chiarore di un fiammifero acceso, la raggiunge protetto dall’oscurità. Michele tenta di risvegliare nell’animo della moglie l’amore …

ALZIRA – QUELLA E’ PROPRIO BRUTTA!

Alzira è un’opera di Giuseppe Verdi in un prologo e due atti su libretto di Salvadore Cammarano, commissionatagli dall’impresario Vincenzo Flauto, gestore del Teatro San Carlo di Napoli, dove il 12 agosto 1845 ebbe luogo la prima rappresentazione. La frase “Quella è proprio brutta!” fu pronunciata dallo stesso Verdi che, messo sotto pressione dagli impresari del San Carlo, resosi conto della troppa fiducia affidata a Cammarano nella stesura del libretto (era totalmente inadeguato, soprattutto per la presenza di tre arie collocate di fila, una dopo l’altra, ma anche perchè non ricordava neanche lontanamente l’oera a cui era ispirato, ovvero il …

GIANNI SCHICCHI (1/3 DI TRILOGIA)

Gianni Schicchi è un’opera in un atto di Giacomo Puccini basata su un episodio del Canto XXX dell’Inferno di Dante. Fa parte del Trittico (insieme a “Il Tabarro” e “Suor Angelica”). Questa è una foto della recente versione della regista Vivien Hewitt a Castell’Arquato, durante il Fesival illica. (foto: Pro Loco Castell’Arquato). Ma di cosa parla esattamente questa opera un po’ comica? Gianni Schicchi, famoso in tutta Firenze per la sua astuzia, viene convocato in gran fretta dai parenti di Buoso Donati, un ricco mercante appena deceduto, perché escogiti un piano. Il mercante infatti ha lasciato tutti i suoi beni …